Digital Detox: significato e vantaggi dei momenti di disconnessione

che cosa significa digital detox

Cosa è il digital detox e perché ne hai bisogno

Ultimamente l’espressione “detox” va’ molto di moda, specialmente collegata alle abitudini alimentari. L’obiettivo è quello di sentirti meglio e più in forma eliminando certi tipi di alimenti dalla tua vita. Allora perché non può essere utilizzata anche per gli smartphone e internet?

Dopo tante ore davanti uno schermo o connesso ad internet non ti senti più stanco, stressato e distratto? Allo stesso tempo però pensi che sia impossibile farne a meno.

In questo articolo capirai come sia possibile “staccare la spina” e dedicarti al tuo benessere.

Cosa è il digital detox?

La definizione di Digital Detox è la seguente:

Un periodo di tempo nel quale una persona rinuncia volontariamente ad utilizzare dispositivi digitali come cellulari o computer, al fine di ridurre lo stress e focalizzarsi sulle interazioni sociali nel mondo reale.”

L’utilizzo eccessivo dei dispositivi digitali, cosi come certi alimenti ci recano danni e ogni tanto abbiamo bisogno di un detox. Questo non significa che devi eliminare tutti i tuoi account social media, le newsletter o i siti d’informazione per sempre.

Fare un’esperienza digital detox significa che per un periodo di tempo di 6, 24 ore, 3 giorni o più decidi di spegnere il tuo cellulare, il pc, la tv e dedicare del tempo a te stesso, a chi ami e per fare ciò che più ti appassiona.

Il posto migliore per fare questo è sicuramente a contatto con la natura: in spiaggia, in una foresta, in campagna o semplicemente nel parco della tua città. L’idea è quella di disconnettersi dalla vita frenetica di tutti i giorni e da internet e riconnettersi con la natura, con te stesso e con le altre persone.

Il mio primo digital detox è stato in Portogallo, in una fantastica casetta immersa tra le colline di Aljezur ed è durato ben 5 giorni. Magari può sembrare una scelta un po’ estrema. In realtà ognuno può iniziare come vuole, a seconda delle sue esigenze. Anche un’esperienza di 6 ore può andare bene all’inizio, l’importante è iniziare a staccare la spina e prendere consapevolezza di quanto realmente ne abbiamo bisogno.

Io consiglio sempre di partecipare ad un evento organizzato da un esperto che ti può guidare al meglio e organizzare delle attività ideali per questo tipo di esperienza.  

Il digital detox può sembrare una scelta un po’ estrema, in realtà credo che sia necessario. Rappresenta il primo passo per capire veramente quanto tempo sprechiamo davanti al cellulare e quanto ci si sente bene senza.

Ma è abbastanza? Una volta ripreso il cellulare in mano, la reazione di molti è quella di iniziare ad utilizzarlo ancora più frequentemente di prima. In questo caso ovviamente il digital detox non è servito a niente.

Per evitare che questo accada è importante conoscere i comportamenti corretti da attuare e i trucchi utilizzati da chi crea lo smartphone (e specialmente i social media). Ecco perché in questo blog troverai molti consigli riguardanti il benessere digitale. Più sei informato e meno probabile sarà cadere di nuovo “nella trappola”.

2) Perché ti serve un digital detox? 

Non sei stanco di essere bombardato da centinaia di notifiche durante la giornata? Perdere tempo sui social media o rispondere a chiunque ti scriva su Whatsapp o sulla mail solo perché sanno che sei sempre “online”? A causa del nostro smartphone siamo sempre super distratti.

È la prima cosa che tocchiamo quando ci svegliamo e l’ultima prima di andare a dormire. Gli consentiamo addirittura di entrare in bagno con noi! Sempre presente, sempre con noi. 

Senza accorgercene, durante gli ultimi 10 anni è diventato parte integrante del nostro corpo, può essere considerato come l’estensione del nostro braccio (hai notato che ovunque siamo, è sempre facilmente raggiungibile con la nostra mano?).

Le statistiche dicono che in media in Italia spendiamo:

  • 1 ora e 57 minuti sui social media;
  • 4 ore al giorno sul nostro smartphone; 
  • 6 ore su internet considerando tutte le piattaforme.
ore social media italia

Fonte: “Digital 2020” – indagine condotta da “We are Social” condotta insieme a Hootsuite – https://wearesocial.com/it/digital-2020-italia

Significa che in totale utilizziamo internet:

  • 42 ore a settimana (circa 2 giorni)
  • 180 ore al mese (10 giorni)
  • 2190 ore all’anno (circa 122 giorni)
  • 122 giorni all’anno! Quando l’ho scoperto non volevo crederci!

Che impatto hanno internet e i cellulari sulla nostra vita?

Oltre a farci perdere tanto tempo, vari studi scientifici confermano che l’utilizzo eccessivo del cellulare comporta:

  • aumento di stress e ansia;
  • problemi riguardanti la qualità del sonno e l’alimentazione;
  • danni alla vista e alla postura;
  • ci rende molto distratti;
  • aumento di pigrizia e comportamento passivo;
  • danneggia la nostra soglia dell’attenzione, capacità di focalizzarci e memoria a breve termine;
  • riduce la nostra autostima, creatività e produttività
  • limita la nostra privacy;
  • distrugge le relazioni interpersonali.

Inoltre, durante gli ultimi anni molte patologie sono state connesse all’eccessivo utilizzo dei dispostivi digitali:

La NOMOPHOBIA (no-mobile-phone phobia) – la paura di stare senza cellulare o connessione internet”. 

Può sembrare incredibile ma Adam Atler, professore di marketing della New York University, ha condotto uno studio in cui chiedeva ai partecipanti cosa preferissero tra un gomito rotto e un cellulare rotto. Il 46% degli intervistati ha dichiarato di preferire il gomito rotto. Ecco, questa è la nomophobia.

La FOMO (fear of missing out) – la paura di perdersi qualcosa, di essere tagliato fuori. 

Quando una notifica arriva sul tuo cellulare non senti l’urgente necessità di controllare di cosa si tratta? È quasi impossibile resistere.

È la stessa sensazione che si ha quando si guarda un film e c’è un momento di suspense. Vuoi che succeda, non puoi resistere, devi saperlo! Ora immagina di vivere cosi tutto il tempo. Viviamo in un continuo stato di suspense. A causa del sistema delle notifiche il nostro corpo produce una grande quantità di dopamina e cortisolo. Queste sostanze generano in noi il bisogno di controllare sempre più spesso il nostro cellulare, proprio perché gioca con la nostra paura di perderci qualcosa. Ecco perché esistono le notifiche.

Il DIGITAL BURNOUT: La fatica e lo stress causati dall’utilizzo prolungato di computer e smartphone. Chi lavora sempre a stretto contatto con questi dispositivi è esposto continuamente alla luce dello schermo e ad un bombardamento quotidiano di dati e informazioni. Questa combinazione rappresenta un mix letale che oltre a causare mal di testa e danni alla vista, genera un alto livello di stress e ansia.

Considero tutto ciò molto pericoloso, inoltre da amante della mia libertà, del mio tempo e delle persone a me più care penso che ci sia un altro grande problema.

Quanti momenti importanti della nostra vita ci stiamo perdendo a causa di questo? Stiamo perdendo tempo, emozioni, opportunità e persone. Quindi credo che la domanda più importante che ci dobbiamo porre sia:

“Cosa stiamo perdendo in tutto ciò?”

“A cosa stiamo veramente dando importanza?”

Non fraintendetemi, non intendo dire che dovremmo buttare via il cellulare e tornare all’età della pietra. Credo che renda la nostra vita molto più semplice, confortevole e ci dia un sacco di opportunità. Il punto è che se utilizzato nella maniera sbagliata, può veramente danneggiare la nostra vita.

Lo smartphone è fantastico, è una delle invenzioni più rivoluzionarie e importanti della storia dell’umanità. Come tutte le grandi invenzioni ha sia fattori estremamente positivi, che negativi. Ecco perché è cosi pericoloso. 

Ecco perché dovremmo rallentare un attimo, prenderci del tempo per riflettere, per essere più consapevoli e per trovare il giusto “benessere digitale” che ci faccia vivere meglio.

3) Che cosa non è un digital detox?

Partecipare ad un digital detox non significa far parte di una setta, tantomeno essere una persona “dipendente” che prende parte ad un programma di riabilitazione. Significa volersi bene, essere curiosi e provare un’esperienza nuova (sarà circa 15 anni che non passiamo più di un giorno senza cellulare).

Rinunciare al cellulare proprio come facevamo fino a qualche anno fa, ricordi com’era? Quando non eri sempre reperibile, le lunghe chiacchierate con le persone senza esser distratti o sentirsi ignorati, quando potevi vivere un’emozione a pieno senza il bisogno di dover immortalare per forza il momento e doverlo postare subito per ricevere l’approvazione dei tuoi “amici”.

Dopo il digital detox riprenderai ad utilizzare il tuo smartphone, i social media e le tue app preferite, ma lo farai con una mentalità diversa. Non perderai tempo per fare cose inutili, non gli permetterai di cambiare il tuo umore, di farti sentire peggio. Sarai invece più produttivo e focalizzato, meno ansioso, più attivo e più “connesso” con le persone che ti stano attorno, con la tua vita reale.

4) I benefici

Quali saranno i benefici di un’esperienza digital detox? Sicuramente molto più di quelli che pensi, eccone alcuni:

  • Sentirsi super rilassati;
  • Eliminare lo stress;
  • Concedere una pausa alla tua mente che necessita di riposare;
  • Essere pieno d’energia durante le giornate;
  • Ridurre gli effetti negativi per la tua vista;
  • Sarai più produttivo, creativo e focalizzato;
  • Dormirai meglio e la mattina ti sveglierai con molte più energie;
  • Capirai quante tempo ed energie sprechi ogni giorno a causa del tuo cellulare;
  • Avrai il tempo di riflettere, e magari di prendere quelle decisioni importanti che aspetti da tanto tempo.

5) La mia mission: cosa troverai su questo blog

Seguendo questo blog, sarai molto più informato riguardo l’educazione digitale. In particolare:

  • I danni recati dall’utilizzo eccessivo dei dispositivi digitali;
  • Come gli smartphone vengono realizzati per invogliarti ad utilizzarli sempre di più;
  • Consigli e soluzioni per utilizzarlo in maniera responsabile;
  • Recensioni su ritiri e libri legati al digital detox;
  • Possibilità di prenotare uno delle mie esperienze digital detox.

Il mio obiettivo è quello di aiutare le altre persone a vivere meglio, migliorando la loro relazione con i dispositivi digitali.

Penso che il cambiamento apportato da internet e dallo smartphone sia avvenuto troppo velocemente, non abbiamo avuto il tempo di adattarci. Non conosciamo appieno la potenza di questi strumenti che teniamo sempre nelle nostre mani. Ecco perché li utilizziamo in maniera errata, che ci fa del male. 

Se non faremo qualcosa, la situazione peggiorerà anno dopo anno.

Penso che avere una buona relazione con la tecnologia sarà una delle sfide più importanti del presente e dei prossimi decenni. Io voglio dare il mio contributo e aiutare quante più persone possibili a raggiungere il giusto equilibrio tra vita reale e digitale.

Non lasciate che la tecnologia prenda in mano la vostra vita. Logout, live now!

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici, continua a seguirci su Facebook e su Instagram e accedi al programma dei nostri prossimi eventi digital detox.